Può sembrare una domanda inutile o magari scontata. Una domanda per sole persone credenti, per gli appassionati di storia o per i teorici della cospirazione che cercano risposte in grado di riscrivere la storia dell’umanità… Gesù però fece questa domanda agli uomini e tutt’oggi la fa all’uomo. Ci sono vari modi per poter rispondere; indifferenza, rifiuto, conferma dell’esistenza storica di un certo Gesù oppure conferma dell’esistenza di Gesù Cristo  figlio di Dio, oppure conferma del solo maestro ed uomo illuminato… A seconda della risposta che si da, cambia o meno la vita della persona, di certo non cambia quella di Gesù.

E’ UN TUO PROBLEMA

Non rispondere è una risposta. Mostrarsi indifferenti è una risposta. Pensare che tanto la cosa non ci riguardi e che non sia un nostro problema è una risposta. Rispondere attraverso il pensiero di qualcun altro o rispondere col desiderio di attaccare qualcosa o qualcuno è una risposta. Non solo, ma tutte queste risposte hanno in comune la stessa identica cosa; non danno soddisfazione e pace duratura nel tempo. La vita scorre, gli avvenimenti si succedono l’uno all’altro senza soluzione di continuità e tornano le stesse domande a distanza di tempo. La gente ci tira dentro la questione di chi fosse Gesù, non apertamente, ma di nascosto. Magari attraverso un invito ad un’osservanza di un tradizione religiosa o al rifiuto di un valore passato che oggi ci propongono di abbandonare… Il tempo passa, e le questioni che la vita ci pone sul tavolo aumentano. Se la risposta che abbiamo dato alla domanda non è soddisfacente, restiamo perennemente alla ricerca di qualcosa che sappiamo dover trovare ma che al momento ci sfugge. Ecco perché dare la giusta risposta alla domanda posta da Gesù è uno dei lavori più antichi che l’uomo svolge con costanza nei secoli.

USIAMO LA RAGIONE, NON LA FEDE

Nel 2017 la parola fede non ha più valore. E’ una parola per creduloni, per i deboli che non riescono ad avere successo nella vita grazie alla scienza. E’ una parola per chi si dedica alla cieca osservanza di tradizioni che non hanno più alcuna utilità di fronte al progresso esaltato della società moderna… Ecco perché Sabato 10 Giugno, alle ore 19:00, nel locale di Piazza Leonardo Da Vinci 16-17, a Ciampino, cercheremo di rispondere alla domanda di Gesù attraverso le armi della scienza: l’indagine storica di uno degli studiosi più famosi del Nuovo Testamento: Bart D. Herman. La sua recente pubblicazione, “Gesù è davvero esistito?” sarà lo strumento con cui apriremo la riflessione sul metodo di ricerca della giusta risposta alla domanda che Gesù fa all’uomo.

UN PO’ DI PAZIENZA, PARLERÀ GESU’

Dopo aver attentamente osservato le risposte guidate dalla scienza, daremo voce alla controparte. Proveremo per qualche minuto a dare fiducia alle parole di Gesù e vedere come lui esamina il problema. Alla fine ognuno avrà sentito le “due campane” e sarà in grado di fare una valutazione più precisa su un argomento sul quale fino a ieri si è sempre lasciato guidare da qualcun altro, senza averci mai messo del proprio.

QUELLO CHE NON SAI TI PUO’ AIUTARE

L’invito a partecipare a questo incontro pubblico NON è rivolto con la speranza che tu possa cambiare il tuo pensiero. Ha il solo scopo di darti informazioni e strumenti che non conoscevi e che quindi non hai mai preso in considerazione per affrontare la vita quotidiana. A prescindere se tu creda o no.

COSA ASPETTARSI?

Un’esposizione alla portata di tutti, in cui si cercherà di non dare nulla di scontato, ma allo stesso tempo seria e ficcante, sulla tematica in oggetto, col solo fine di informare e rendere consapevoli le persone di strumenti che adesso ignorano. NON sarà un incontro con osservanza di pratiche religiose, né di culto.

LA RISPOSTA CAMBIERÀ’ LA TUA VITA

Nella cultura in cui viviamo siamo abituati a leggere i fatti della vita attraverso le regole che abbiamo ereditato dal pensiero umano degli ultimi secoli, in particolare “il dubbio” come metodo di ricerca. La scienza usa il dubbio per guardare a Gesù, ai suoi insegnamenti ed ai fatti che gli si attribuivano, come regola per stabilire cosa è vero e cosa non lo è. Prova ora ad immaginare come cambierebbe la tua vita se tu usassi il dubbio come metodo di ricerca della verità nelle cose a te più care. Come diventerebbe la relazione con i tuoi familiari se tu dubitassi di loro? Se crollasse il concetto di fiducia alla base della vostra relazione? Come vivresti se mancasse la fiducia sul lavoro o con la tua banca? Rispondere alla domanda di Gesù richiede pertanto un cambiamento culturale della persona, che sarà chiamata ad una forte lotta mentale in cui ci si ritrova a dover decidere come approcciare a Cristo e alla vita.

  1. Maggio 24, 2017

    Sta scritto che Gesù Cristo ha detto “io sono la via,la verità ,la vita”,nel mondo si sente la frase che la verità fa male,questo invitando a dire bugie per proteggersi dal male,io invece dico con tutto il mio cuore che non c’è bugia più grande;io ho scoperto Gesù nei racconti delle genti e soprattutto nelle scritture e riconosco in Lui le sue parole pienamente:la via,la verità ,la vita;il Cristo ,Figlio di Dio onnipotente che è buono,umile e misericordioso.

  2. Giugno 2, 2017

    Marco,mi sembra molto interessante il percorso che proporrai,nel tuo prossimo incontro pubblico, per parlare di Gesù,personaggio che ha segnato intere generazioni,amato ma spesso mal conosciuto.
    Parlare di Gesù partendo dalla sua identità storica per comprendere il suo messaggio è un argomento stimolante.
    Ci sarò.

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

© 2014 Chiesa di Cristo Ciampino | by Winflydesign.
Top
Follow us: